Archivio tag | gioia

Un “ciao” dal finestrino..

Ero intenta a guidare sulla “strada più brutta del mondo” (come la chiama mio nipote), in realtà è la circonvallazione fatta di sopraelevate e di lavoro in corso, quando mi si è affiancato un grosso pullman rosso, ho alzato lo sguardo e ho visto un bel visino di bimba che mi faceva ciao dal finestrino con un sorriso impagabile, accanto a lei tante compagne di gita, tutte sorridenti si sbracciavano per salutare.

Ho risposto immediatamente al saluto e mi sono sentita il cuore leggero, il sorriso della bimba mi ha scaldato il cuore e mentre io deviavo sulla destra e il pullman proseguiva la sua strada, pensavo a quanto fosse stato bello quell’incontro. In questa grande città tanto frettolosa incontro solo gente imbronciata e indaffarata che porta sulle spalle la fatica di vivere e io stessa a volte penso di esserlo… è proprio vero che sorridere alla vita è la prima cosa da fare perchè la vita sorrida a te.

Grazie piccola bimba, ti mando  un bacio!

Annunci

Le carezze dell’anima

Arrivano impalpabili e improvvise le carezze dell’anima e si diffondono a tutto il vostro  essere. Hanno il volto di una persona cara o quello di un’amica  e ti regalano un attimo di felicità pura, un senso di completezza, una improvvisa esplosione di gioia interiore. Solo un battito d’ali, ma in quel momento volate in alto e nulla vi sembra impossibile da raggiungere.

Come fate a riconoscerle? Forse proprio ora ne state ricevendo una se leggendo questo post vi siete emozionati, se pensate a qualcuno che vi è caro e sentite il bisogno di regalargli un abbraccio, una parola di affetto o di scrivergli un messaggio.

Voglio bene a tutti voi!

Forti emozioni

Ieri per me è stato  un giorno dalle forti emozioni.  La prima di un  documentario su mio padre mi ha portato nella sua città d’origine, ho incontrato parenti che non vedevo da molto tempo e  ho ritrovato, guardando il film, per  altro bellissimo, molto della persona straordinaria che era il mio papà.

Quello che è accaduto ieri è per molti aspetti inspiegabile a partire da questo film realizzato da un regista che inizialmente non mi  conosceva,  e che, casualmente,  si è imbattuto nel mio libro. Mi ha contattato e,  passo passo, ha ricostruito con me  un tratto  della vita di mio padre e lo ha fatto  in modo meticoloso, valorizzandone i sentimenti, le azioni e i suoi stati d’animo. Se lo avesse conosciuto di persona non avrebbe potuto fare di più. Al termine del suo lavoro mi ha scritto: “Penso di aver fatto un documentario che tocca l’anima… c’è un qualcosa di poetico, di tragico, di infinito all’interno di questa storia che non mi so spiegare e che mi commuove profondamente” . Questa commozione l’ho vista ieri sul suo viso e sul viso dei molti presenti alla fine della proiezione del film , naturalmente io, la mia famiglia e i miei cugini eravamo in lacrime e con il cuore colmo di emozioni. Sono stata letteralmente abbracciata dal calore umano dei moltissimi presenti, ho trovato in quel luogo anche una delegazione dell’Alfa Romeo, la ditta dove mio padre ha lavorato per tutta la vita… insomma, ritornando a casa mi sono detta che mio padre ha proprio voluto ritornare nella sua città, ha voluto dalla sua città un riconoscimento… in auto mi venivano in mente le sue parole… “la mia Verona, come è bella la mia Verona, vorrei rivederla”… e ieri tutti i giornali della città parlavano di lui con parole lusinghiere, orgogliosi di quella origine che lui non aveva mai dimenticato.

Ora sto scrivendo questo post e mi accorgo che sono finalmente sono riuscita a “sciogliermi” ,  ho davanti a me la bellissima Acquaforte che mi è stata donata dagli amici dell’Alfa Romeo  e posso cominciare a godermi tutto quanto è successo.

….Non ditemi che le persone che amiamo quando se ne vanno ci lasciano per sempre, ho la dimostrazione concreta che non è così per tutto quanto mi sta accadendo… ieri accanto alle persone che gli hanno voluto e gli vogliono bene ho sentito la presenza fortissima del mio papà, lui era li e sono certa che sorrideva felice.


Feste e malinconia

Dicono che le Feste Natalizie portino con se tanta depressione e credo sia vero.

Io stessa se da un lato vorrei lasciarmi prendere dalla frenesia dei preparativi: gli addobbi, i regali, l’atmosfera magica della città, gli incontri con gli amici e lo scambio dei regali, dall’altro vorrei addormentarmi e svegliarmi il 6 di gennaio.

La verità è che ho dei ricordi molto penosi legati a queste feste, la verità è che da quanto il mio papà se ne è andato è rimasta una sola famiglia, la mia… formata da 6 persone più il cane e basta. Certo sono fortunata, c’è chi la famiglia non ce l’ha nemmeno, ma il mio pensiero corre alle belle riunioni conviviali, all’allegria di mio padre, alla sua capacità di catalizzare tutti attorno a se e di “usarmi” come riferimento per ogni festa…. la mia casa era sempre a disposizione e lui lo sapeva.

Non ho la stessa capacità di mio padre di attirare le persone, sono sempre frenata per la paura di disturbare, questo purtroppo fa parte del mio carattere e della mia infanzia senza sicurezze… a volte non invito nemmeno per timore che la risposta sia un “… scusa, ma non posso….”  Penso sempre che chi desidera passare le feste con noi può farsi avanti, ma anche questo è sbagliato.. credo che a tutti faccia piacere essere invitati..

Insomma sono un po’ complicata e cambiare è difficile ma ci si può provare.

Cerca di essere felice….

amore

amore

DEDICATO AI MIEI FIGLI

“Cerca di essere felice, perchè nonostante gli inganni e le amarezze, la vita è meravigliosa.

Ricorda che non devi mai stancarti di cercare, perchè in ogni alito di vento puoi trovare l’infinito.

Credi al grano che cresce ogni anno e dà il pane per vivere, credi al mare, al cielo azzurro del giorno ed a quello stellato della notte, ma sopratutto devi credere all’uomo. All’uomo della strada, quello che sfiori camminando, e a chi ti passa accanto, misterioso nel suo silenzio.

Fino a che ti è possibile, ma  senza mai dover chinare la testa,  cerca di mantenere buoni rapporti con tutti coloro che incontri, perchè ognuno ha una storia da raccontare, dalla quale potresti imparare qualcosa.

E”importante è che tu accetti con serenità il trascorrere degli anni, lasciando, con il sorriso sulle labbra, il passato alle spalle.

Ama sempre il tuo lavoro anche se faticoso, perchè è una delle cose più importanti che possiedi per non sentirti inutile. –

Fa come il pioppo che ad ogni primavera si riempie di foglie per ospitare i nidi, non si sente creditore, il suo compito è donare.

Non cercare Dio solo nelle chiese, perchè spesso lui cammina nelle strade per parlare anche con chi  non hanno il coraggio di incontrarLo.  La Sue luce non si oscurerà se la saprai tenere accesa dentro alla tua anima, e quella luce, per non spegnersi, ha bisogno solo di fede.

Non fingere mai negli affetti e difendi sempre l’amore che è il respiro della vita.

Solo così potrai trovare la pace che cerchi.

( Romano Battaglia)

V.V.B nonni

Questa frase un po’ sintetica ma tanto dolce è  sulla lavagnetta della nostra cucina da qualche settimana. L’autore della frase “Vi Voglio Bene nonni” è il mio nipotino. Dopo aver lasciato la scritta, il cucciolo di casa è tornato altre volte a trovarci e si è stupito di aver ritrovato la sua frase intatta, gli abbiamo detto che per noi è tanto preziosa e che ogni volta che guardiamo la lavagna ci si riempie il cuore di gioia pensando a lui…. il suo volto si è illuminato. Domani  lui  compirà undici anni, è un bimbo molto intelligente e sensibile, ci piacerebbe averlo più vicino ma sappiamo che dobbiamo già essere contenti che lui sia nella nostra vita e sia il nostro futuro.

“Buon compleanno tesoro, che tu possa essere sempre sereno e felice come lo sei ora.”

T.V.B.

i nonni

Le persone che vengono nella tua vita ….

Barbara, una mia cara amica, mi ha fatto conoscere questa bellissima nota. Io mi ci sono ritrovata, ho pensato a chi è entrato nella mia vita portandomi gioia e a chi ha voluto uscirne facendomi del male.. credo che leggerla serva a tutti.

Le persone vengono nella tua vita per una ragione, per una stagione o
tutta la vita. Quando saprai perche’, saprai cosa fare con quella persona.
Quando qualcuno e’ nella tua vita per una RAGIONE, di solito e’ per soddisfare un bisogno che hai espresso. Sono venuti per assisterti attraverso una difficolta’, per darti consigli e supporto, per aiutarti fisicamente, emotivamente o spiritualmente. Possono sembrare come un dono del cielo e lo sono. Loro sono il motivo per cui tu hai bisogno che ci siano. Quindi, senza nessuno sbaglio da parte tua o in un momento meno opportuno, questa persona dira’ o fara’ qualcosa per portare la relazione a una fine. Qualche volta loro muoiono. Qualche volta se ne vanno. Qualche volta si comportano male e ti costringono a prendere una decisione. Cio’ che dobbiamo capire e’ che il nostro bisogno e’ stato soddisfatto,il nostro desiderio realizzato,il loro lavoro e’ finito. La tua preghiera ha avuto una risposta e ora e’ il momento di andare avanti.

Alcune persone vengono nella nostra vita per una STAGIONE, perche’ e’ arrivato il tuo momento di condividere, crescere e imparare, loro ti portano un’esperienza di pace o ti fanno ridere. Possono insegnarti qualcosa che non hai mai fatto. Di solito ti danno un’ incredibile quantita’ di gioia. Credici, e’ vero. Ma solo per una stagione.!

Le relazioni che durano TUTTA LA VITA ti insegnano lezioni che durano TUTTA LA VITA, cose che devi costruire al fine di avere delle solide fondamenta emotive. Il tuo lavoro e’ accettare la lezione, amare la persona e usare cio’ che hai imparato in tutte le altre relazioni e aree della tua vita. Si dice che l’amore e’ cieco ma l’amicizia e’ chiaroveggente.