Archivio tag | autunno

Colori incantati….

stanno per dipingere boschi e parchi e scaldano il cuore. E’ dolce l’ Autunno, dolce e malinconico. Come ogni anno io scruto ogni sfumatura degli alberi, raccolgo le prime foglie che cadono a terra e che poi mutano di colore. Tra qualche giorno troveremo noci e nocciole e poi la vigna ci regalerà i suoi grappoli profumati. La castagne sbucheranno dai ricci che si schiudono e poi matureranno le zucche in un insieme di tonalità che pare una sinfonia.
Davanti al meraviglioso spettacolo che ci regala la natura non possiamo che ringraziare il buon Dio, il suo amore per noi è davvero infinito.

Quel vento d’autunno

Lo abbiamo aspettato tutta l’estate ed ora è arrivato il vento che spazza il cielo e  ti regala sensazioni magiche.  Oggi è una bella giornata di sole, un po’ fredda forse, ma limpida. Anche da Milano si vedono le cime innevate e mi viene  una gran voglia di andarle a toccare quelle montagne. Le foglie  un po’ gialle e un po’ rosse, si lasciano cullare dal vento e raggiungono il suolo per colorarlo di mille sfumature. Le castagne d’india  tra il fogliame raccontano leggende antiche … “raccogliene una e mettila in tasca, porta fortuna” mi diceva il mio papà quando, in questa stagione, facevano le nostre  lunghe passeggiate nel parco. Mi sembra di sentire la sua voce  rassicurante mentre  cammino pensierosa sotto gli ippocastani  in questa bella giornata d’autunno. Mi chino, prendo una castagna, poi un’altra e un’altra ancora..  me la metto in tasca e vengo sommersa dalla nostalgia per una stagione passata della mia vita, per un papà di cui avrei ancora tanto bisogno. Guardo istintivamente verso il cielo e mi rassereno.  Si, la castagna mi porterà fortuna.

...ti porta fortuna..

"...ti porterà fortuna.."

Immagini d’autunno

Amo l’Autunno, è la stagione che mi è più affine. Amo il cambiare dei colori degli alberi e le foglie che si fanno tappeto, amo il profumo dell’aria umida e amo l’uva e le castagne che tornano a rallegrare le nostre mense e poi quella sensazione di calore che ti coglie all’improvviso quando all’imbrunire varchi la soglia di casa. E’ come se l’accorciarsi delle giornate ti invitasse a godere di più della compagnia delle persone che ami. E’ bello l’Autunno, dona dolci maliconie e tenere emozioni se solo si presta attenzione a ciò che ci circonda e si ascolta in silenzio il proprio cuore.

Concerto d’autunno

Oggi è una giornata splendida, i colori di questo autunno milanese sono meravigliosi, i parchi si sono trasformati in una sinfonia di tinte con crescendi in rosso e adagi in giallo…. Mi sento in pace con me stessa, il cuore si appaga davanti a tanta bellezza, davanti alla perfezione di questo creato. Come non essere certi che tutto ciò sia un inmenso regalo di chi ci ama intensamente, come non credere all’esistenza di Dio e compiacersi della sua benevolenza ricambiando con un grazie il dono di essere qui ora ad ammirare tutto questo e riuscire ad apprezzarlo.
La vita è bella e non basteranno tutti i dolori di questo mondo per farmi cambiare idea. Mio padre amava la vita, amava la natura, apprezzava le piccole cose e si sentiva felice come un bambino davanti a un quadrifoglio trovato nel prato, ad un fiore di campo sbocciato in primavera, ad un cane che correva dietro un sasso; io sono esattamente come lui e questo mi rende felice perchè so che non potrò mai perderlo, lo ritroverò tra i prati di quadrifoglio,tra i fiori di campo in primavera e nelle corse sfrenate del mio cane ogni volta che vorrò cercarlo.

Questa notte ho dormito…

Laghetto al Parco Sempione

Dopo tantissime notti insonni sono riuscita finalmente a dorminre ininterrottamente fino alla mattina.Forse è stata la stanchezza, forse il fatto di aver fatto una bella chiacchierata con mio cugino o forse sto ritrovando un po’ di serenità. Oggi sto meglio del solito, vedo le cose con più distacco. Questa mattina ho ricevuto la telefonata del mio avvocato che mi ha dato una buona notizia e così mi sono sentita ancor più sollevata. Mio marito ed io ci siamo concessi una bella passeggiata nel parco, la nostra cagnolona, che è una vera patita della palla, correva come una pazza e la sua gioia ci ha contagiato. Siamo arrivati al laghetto, ora contornato da bellissime piante dai mille colori autunnali, ci siamo fermati a guardare le oche e i cighi e poi abbiamo attraversato il ponte delle Sirenette. E’ lo stesso ponte che insieme attraversavamo, mano nella mano, quando abbiamo cominciato a frequentarci. Mi accorgo che ogni angolo della mia Milano è parte della mia vita e per nulla al mondo vorrei vivere da un’altra parte. Oggi è una bella giornata. Grazie papà!