Passione Schnauzer

Schnauzer che passione

Origini

Cane di provenienza tedesca, le cui origini si perdono nella notte dei tempi, apparteneva al gruppo dei “cani da torba”, considerato il più antico in Europa.
Ne abbiamo notizia nel 15° e 16° secolo quando lo vediamo ritratto da diversi pittori. Albrecht Dürer pare ne avesse uno poiché lo effigiò in diversi suoi quadri dal 1492 al 1504, anche Rembrandt e più tardi Sir Joshua Reynolds hanno dipinto Schnauzer nei loro quadri ed uno appare anche in una tappezzeria di Lucas Cranach il Vecchio datata 1501.

A Mecklenburg, in Germania, c’è una statua del 14° secolo che raffigura un cacciatore con uno Schnauzer accovacciato ai suoi piedi e famosa è la statua datata 1620, che, dietro l’abside della chiesa di San Leonardo a Stoccarda, raffigura un guardiano di notte accompagnato da uno Schnauzer.
Chiaramente hanno tutti poco a che vedere con l’immagine che abbiamo dello Schnauzer di oggi, sono cani robusti, rustici, dal pelo irsuto. Così li vediamo anche nei primi disegni che li raffigurano risalenti alla fine dell’’800.

Animale duttile ed instancabile lo Schnauzer seppe presto farsi apprezzare dall’uomo. Sappiamo che già nel 1500 veniva usato come scorta alle diligenze che spesso precedeva di alcuni metri o anche, favorito dalla sua taglia, viaggiava sulle carrozze affinché con il suo carattere fiero potesse mettere in fuga eventuali malintenzionati.

La sua proverbiale amicizia per i cavalli lo portò ad essere una presenza costante nelle stalle dove svolgeva anche il compito di guardiano abbaiando furiosamente per segnalare la presenza di estranei e che teneva libere da topi e roditori. Fu, inoltre, usato per la caccia ed al fine di preservarlo dai morsi delle prede, gli venivano tagliate coda ed orecchie.

La sua innata attitudine alla guardia si perfezionò di generazione in generazione anche attraverso un’attenta selezione dei soggetti più dotati ed ha spinto l’uomo, che apprezzava le sue qualità, a produrre anche soggetti più grandi, più forti fisicamente e adatti alla difesa ed altri di taglia più piccola da usare piuttosto da compagnia.
Solo nel 1800 si inizia a distinguere e selezionare le varie razze. Gli odierni Pinscher e Schnauzer, razze le cui origini sono comuni, venivano allora definiti Pinscher a pelo liscio (i primi) e Pinscher a pelo ruvido (i secondi).

Questi ultimi vengono descritti come derivati dal Barbone e dal Mops con il pelo meno fitto e più corto di quello del Barbone ma lungo e fitto, che sembra una barba, attorno al muso mentre la coda ha poco pelo. Per quanto riguarda il colore è spesso grigiastro o tendente al rosso.
Verso la fine del 1800 in Germania inizia l’allevamento sistematico degli Schnauzer…ma perché si chiamano così? Sembra che il nome derivi da “Schnauzi” che in dialetto bavarese significa “muso”.

Si redigono i primi standard pur non essendo ancora ben chiaro il limite fra lo Schnauzer medio ed il nano riguardo alla taglia, per quanto concerne il colore, invece, erano ammessi, oltre al pepe sale e al nero, anche il rosso-giallo e il giallo-grigio, si inizia anche a combattere i difetti più comuni tra cui quelli di dentatura, il muso appuntito, i masseteri sporgenti, non ultimo il pelo molle.

Nel corso del ventesimo secolo l’allevamento dello Schnauzer conosce uno sviluppo notevole, dapprima in Germania, dove viene fondato il “Pinscher-Schnauzer Klub” che ben presto pubblica lo standard di tutte le razze e per la prima volta appare lo standard dello Schnauzer gigante, poi in molti paesi europei e negli Stati Uniti.

Ma il vero periodo di prosperità per l’allevamento degli Schnauzer è quello del dopoguerra, verso la fine degli anni 40, quando compaiono i primi allevamenti che fanno la storia dei nostri Schnauzer odierni.
Per quanto riguarda più in particolare l’Italia si sa che dopo la prima guerra mondiale c’erano nel nostro paese alcuni soggetti provenienti da allevamenti tedeschi. Il Kennel Club Italiano li riconosce ufficialmente attorno alla metà degli anni ’20 ma li annovera fra i Terrier. Solo attorno al 1930 viene riconosciuto il Italia lo Schnauzer Gigante (Riesenschnauzer) che viene incluso fra le razze da difesa mentre lo Schnauzer (allora Schnauzer Medio, in tedesco Mittelschnauzer) è considerato da guardia e lo Schnauzer Nano (Zwergschnauzer) è a quei tempi classificato fra i cani da compagnia.

Anche da noi nel dopoguerra cresce l’interesse per queste razze e fioriscono gli allevamenti, uno per tutti quello della signora Giuliana Crippa di Arcellasco d’Erba che con i suoi storici “Diavoli Neri” è da considerarsi, almeno per il colore nero, la figura più importante fra gli allevatori di Schnauzer in Italia.

Lo Schnauzer, cioè quello di taglia media, che può essere pepe sale o nero, è il capostipite degli Schnauzer ed il pepe sale viene definito nel “Commento allo Standard” della sig.ra Marisa Brivio Chellini, stimata giudice ed allevatrice di questa razza

:“ Se limitiamo l’esame dello Schnauzer alla taglia media e al colore pepe sale ci riferiamo dunque al prototipo che ha dato vita alle tre taglie e alle altre varietà di colore. Ritengo di poter affermare che proprio il colore pepe sale e la tessitura forte del mantello siano una ragione in più per giustificare il fascino che lo Schnauzer emana prepotente”.

E’ un meraviglioso cane da guardia; dotato di un acuto senso della proprietà, è un guardiano incorruttibile, è sempre vigile, dovunque si trovi. Mi è capitato più volte di entrare in un negozio con uno dei miei Schnauzer che, dopo essersi guardato attorno un attimo per “studiare” la situazione, ritiene di doverlo prendere sotto la sua protezione. E in casa il suo posto preferito sarà sempre quello da cui può osservare la porta d’ingresso e, nel contempo, seguire lo svolgersi della vita familiare. E’, infatti, molto legato, direi dedito, al padrone e alla sua famiglia che devono essere disposti a ricambiare questo suo attaccamento anche se il suo “padrone” sarà solo uno; è, inoltre, uno stupendo compagno di giochi per i bambini.

E’ un cane forte e robusto, per questo molti pensano che il suo “habitat” ideale sia il giardino. E’ vero che ha necessità di passeggiare e correre all’aperto, è anche vero che è una razza molto sana, che è, come dicevo “forte e robusto”, ma è così bello averlo vicino, il rapporto che si crea con i componenti della famiglia è ineguagliabile e la sua intelligenza sorprende chi non lo conosce.

Mi è capitato talvolta di vedere una certa avversione da parte delle signore, in particolare, a far vivere il cane in casa se c’è un giardino. Sono sempre riuscita a convincerle che, una volta abituato a non sporcare in casa, e molti dei miei cuccioli non hanno mai sporcato in casa se ben seguiti nei primi giorni, non crea problemi, è un cane pulito il cui mantello non puzza dà tutto sé stesso e sa farsi amare tanto da diventare un altro membro della famiglia.

Anche la sua taglia, tra i 45 e i 50 cm. al garrese lo porta ad essere un eccellente cane da appartamento, preferito ad altre razze per la guardia negli alloggi.
Una delle sue caratteristiche è la diffidenza verso gli estranei, diffidenza non significa, però, mordacità né paura. Probabilmente se qualcuno si avvicinerà al vostro Schnauzer per accarezzarlo esso si ritrarrà, non per timore ma perché, cane da guardia, non vuole dare confidenza a chi non conosce.

Ha ancora un po’ la fama del “cane cattivo”. Anni fa gli Schnauzer, in particolare i pepe sale, mostravano una certa aggressività ma negli ultimi vent’anni il carattere si è molto addolcito pur mantenendo le peculiarità della razza, merito di quegli allevatori che hanno saputo lavorare con saggezza, in particolare negli accoppiamenti usando esclusivamente soggetti dal carattere stabile e non mordaci.

3 razze distinte di cui lo Schnauzer è il capostipite.

Nota a margine : il testo di questo articolo è di Paola Mussoi Giordano ed è  tratto dal sito  Cani Gatti & CO

65 commenti

65 thoughts on “Passione Schnauzer

  1. Ho una bellissima “schauzera” che ha appena compiuto 9 anni.
    Penso che una cane (razza) migliore non possa esistere.
    E’ un’amica e una difesa.
    Quando sono in casa è dentro con me (si apre la porta blindata) è il mio cane-tappeto.
    Fantastica

  2. “La mia socia”
    Da sei anni vivo con una schnauzera media, mi ha salvato la vita con la sua dolcezza, ma anche con la sua grinta ed esuberanza.
    Mi ha aiutato a combattere contro il cancro e nei momenti più difficili faceva la matta per farmi ridere; sembrava capisse tutto il mio disagio!!!!!!
    Lo sguardo di complicità che ci accomuna è noto a tutti gli amici, che si stupiscono del suo movimento del muso all’insu’ accompagnato da un brevissimo scodinzolo quasi a dire “dai socia pronti – via”
    La porto ovunque: montagna, bicicletta, mare………adora prepararsi alla partenza: salta e afferra il suo guinzaglio emettendo dei suoni di felicità.
    L’allevatore che me l’ha data ha detto che questo cane aveva vinto la lotteria a venire a vivere con me……ma la fortunata sono stata io.

    • Cara Paola, la sua socia non la tradirà mai e continuerà a starle vicina come solo lei sa fare. Gli schnauzer sono veramente particolarissimi. Solo chi li possiede sa di che cosa stiamo parlando…

    • Nn Ti conosco ma posso capire.Anch io lo ritengo un cane eccezionale sono possessore di un nano nero argento e da lui tante soddisfazioni.Ciao,Marcello

  3. Buonasera a tutti,

    mi chiamo Barbara e cerco aiuto in rete per evitare che la padrona di una bellissima schnauzer di circa 6 anna la faccia abbattere.

    La storia è questa:

    Da cucciola viveva in appartamento con giardino con questa persona e la sua famiglia, poi è stata smarrita/rubata.
    La famiglia in seguito si è trasferita in un appartamento più piccolo senza giardino ed ha avuto anche un altro figlio.
    Qualche settimana fa il comune ha ritrovato il cane e l’ha riconosciuta grazie al microchip, quindi riconsegnata alla sua famiglia, la quale però non è + in grado di occuparsi di lei.
    Avendo incontrato molte difficoltà a sistemarla tra amici e parenti a causa della mole dell’animale, hanno intenzione di farla abbattere.

    Tralascio commenti e considerazioni circa l’atteggiamento di queste persone e mi limito a descrivere i fatti perché quello che mi sta a cuore è il bene del cane.

    C’è qualcuno che abbia la possibilità di curarla e tenerla con se?

    Grazie per aver letto fin qui il mio appello.

  4. Ciao, ho 2 schnauzerine medie, acquistate all’allevamento ire nere, sono deliziose, vorrei sapere se qualcuno possiede qualche loro parente per scambio foto e considerazioni, grazie
    Charlotte nata il 17/06/2006 da Cita delle ire nere e Marlow
    Sara nata il 24/07/2009 da Chanel delle ire nere e Emilio- don vom Konigsdamm

    • Buonasera a tutti, mi chiamo Sergio, io ho avuto uno schnauzer medio pepe e sale di nome cosmo, il suo allevatore e Alberto Monaghe, costa del vento, purtroppo dopo undici meravigliosi anni trascorsi insieme lui mi ha lasciato per un male incurabile, il dolore che provo non riesco a descriverlo, ora mentre scrivo ho le lacrime agli occhi, fin da cucciolo si e creato un legame meraviglioso, che negli anni e diventato sempre più forte, ,io lo chiamavo francobollo, mi seguiva dappertuto, anche di stanza in stanza, quando uscivamo a passeggio era una gioia, vederlo seguirmi con lo sguardo sempre verso di me, non mi perdeva di vista neanche per un istante e quando lo chiamavo anche se stava giocando con altri cani, si fermava e correndo mi raggiungeva immediatamente, ora che non ce più sto provando un senso divuoto che non avrei neanche immaginato, lo schnauzer e un meraviglioso compagno di vita,

  5. Scusate se mi intrometto ma ho trovato questo blog di amanti dello schnauzer gigante e ho pensato di inserire qui questo annuncio:
    ATTENZIONE:
    c’è uno Schnauzer gigante che rischia la soppressione in una perrera (canile lager spagnolo). Cerca adozione con molta urgenza, Il cane verrebbe portato direttamente in Italia microchippato, vaccinazione antirabbica obbligatoria e passaporto europeo. Aiutiamolo Vi prego
    PER INFORMAZIONI: ayudaperrosmairena@hotmail.com.

    PER ADOTTARE: adopcionsosas@gmail.com

  6. La mia meravigliosa schnauzer gigante sta cominciando a soffrire di artrite, ha 10 anni, e nonostante una cura naturale molto buona iniziata 10 giorni fa, oggi pomeriggio zoppicava vistosamente con una delle zampe posteriorei al ritorno da una passeggiata. Ho letto su internet del prodotto flexvize, qualcuno lo conosce? Grazie.

  7. si è proprio vero sono dei cani meravigliosi! ed il miglior allevamento in italia ed in europa e: villa del bosco dei coniugi cecchetto di correzzola padova . sono i cani più belli del mondo!!!!!!!!!!

  8. mio marito ed io avevamo trovato uno schnauzer abbandonato vicino alla stazione dell’olgiata a Roma,11 anni fa. da allora e’ sempre stato con noi.nell’ 2004 ci siamo trasferiti in uk .si chiamava scotch e per noi era come un figlio. ha avuto una vita bellissima ricca di affetto e di avventure .purtroppo martedi 8 maggio e’ venuto a mancare tra uno strazio e un pianto continuo.era malato da tanto tempo ormai non ce la faceva piu’ a camminare era estremamente debole e si era dimagrito tantissimo nonostante tutto quello che mangiava.So che restera’ per sempre con noi

    • Quando li conosci non li lasci più sono cani speciali. Capisco il tuo dolore l’ho provato anch’io. Un abbraccio e a Scotch l’augurio di correre felice vicino al ponto dell’arcobaleno assieme alla mia schnauzer!

      • si so per certo che a scotch sarebbe piaciuto molto correre per i prati con un’ amica schnauzer!a lui piaceva correre ,saltare e giocare con la palla tuffarsi nelle pozzanghere correre appresso ai conigli che mi portava per regalo, poi li lasciava andare ….!!!spero tanto che si siano incontrati lassu’ vicino all’ arcobaleno. un abbraccio Monica

  9. buonasera a tutti,sapete consigliarmi dove acquistare lo schnauzer taglia media,e se sapete dirmi piu o meno il prezzo orientivamente.Grazie giovanni

  10. ho contattato allevamento Mayla potete darmi qualche informazione su questo allevamento.L’allevamento del gervasio ha solo taglia gigante e nano, e mi ha indirizzato l’allevamento del grande moro.Che mi consigliate?

    • L’Allevamento Malya è l’allevamento dove ho preso la mia schnauzer gigante, una cagnona bellissima con una linea da esposizione, ma soprattutto di buon carattere, ora la mia gigante ha 7 anni.
      Le avevo consigliato del Gervasio perchè era pi vicino a lei, ma il Malya è ottimo e ha delle linee di sangue fantastiche, anche se ora non credo abbia più giganti che sono stati il loro vanto per decenni, ora hanno i mini e forse i medi.
      Lo garantisco.

  11. finalmente ho prenotato lo schnauzer medio nero maschio da allevamento del grande moro sono stato a vedere i suoi cani e devo dire che sono spettacolari. Ora non vedo l’ora che viene fine giugno per andare a prenderlo.
    Grazie a tutti voi che mi avete dato qualche suggerimento,ci sentiamo alla prossima.

    • Notizia fantastica, ci faccia sapere quando il piccolino sarà a casa. su FB ci sono diversi gruppi sugli schnauzer, magari poi glieli segnalerò.
      A presto

    • ottima scelta lo schnauzer nero
      ne ho avuto uno che mi ha lasciato lo scorso 19 luglio, una perdita terribile e un vuoto incolmabile, il mio proveniva dall’allevamento Beclau
      ma purtroppo è morto prima di aver compiuto 10 anni per un male incurabile: linfoma ai linfonodi
      stava bene ma in 3 settimane se ne è andato

      • Roberto, anche la mia prima schnauzer è morta prima dei 9 anni per un linfoma, una cosa improvvisa che ci ha gettato nella disperazione. ti capisco molto bene

    • Ciao Giovanni,
      Come ti trovi con il tuo schnauzer, io ne ho uno di 9 mesi sempre preso da Nino Del grande moro è fantastico ! A casa ci segue stanza per stanza, al parco è iper socievole con tutti.
      Vittorio

  12. ragazzi buonasera finalmente ho portato il mio cucciolo di schnauzer medio nero a casa e uno splendoreeeeeee grazie di avermi dato una mano.

  13. Da poco invece vive con noi Johnny Caro un meraviglioso schnauzer nano nero di soli tre mesi, è un tesoro, lo baciamo tutto il giorno e lui ricambia dandoci tanto amore incondizionato. Per chi vivesse in Lombardia consiglio l’allevamento amatoriale “Montagneverdi” dove abbiamo acquistato il nostro Jhonny…. ci siamo trovati benissimo, la propietaria è molto cordiale e competente, e i cuccioli stupendi!

  14. Ciao a tutti!
    Scrivo per avere info sugli schnauzer e in particolar modo del gigante….non ho ancora avuto il piacere di possederne uno, però mi stò informando.
    Casualmente mi sono imbattuta in questa razza, di cui sapevo poco, e dalle descrizioni che leggo direi che può fare al caso mio.
    Quali sono le vostre esperienze in merito al rapporto di questi cani con i bambini? Io ne ho 2 piccoli.
    Non ho un giardino, è necessario?…vivrebbe in casa con noi! 🙂
    E’ molto impegnativa la toelettatura?
    Mi sapete consigliare degli allevamenti nel nord Italia? Io sono di Trento.

    • Ciao Romina, ho due schnauzer, una Gigante e un Nano, entrambi fantastici. Per il gigante non è indispensabile il giardino, ma il cane deve essere condotto fuori a camminare, può stare in casa ma deve fare movimento. Il gigante in particolare con i bambini è dolcissimo, ha un senso di protezione grandissimo ed è anche un giocherellone. La toelettatura è necessaria, almeno 3 volte l’anno deve essere sistemato, ha un pelo ricciuto che altrimenti si annoda. C’è un ottimo allevamento a Verona si chiama http://www.valdivenere.it/
      Ciao

  15. Appassionata….son già andata a visitare questo allevamento, e mi è piaciuto per come tratta i cani: come membri di famiglia…cani dolcissimi, però vorrei poterne visitarne un altro per fare un paragone dato che è stato l’unico allevamento visto. Il gigante mi attrae da matti, + i cani sono grandi e + mi piacciono :-), e poi il carattere del gigante, come dici tu, è quello che trovo migliore con i bambini tra le varie taglie….unica pecca: vivo in un appartamento non troppo grande e tutti mi consigliano il medio. 😦
    Per il movimento, non è un problema, noi il w.e. facciamo lunghe passeggiate in montagna che durano anche l’intera giornata. Come è la condotta senza guinzaglio? Sono obbedienti?
    La toelettatura si riesce a farla da se o bisogna per forza essere esperti?

    • Allora Romina, ti sconsiglio assolutamente il medio, tra gli schnauzer è il più indisciplinato. Gli schnauzers sono molto individualisti, non sono cani come tutti gli altri, per loro il branco non esiste, loro si rapportano con il padrone da pari a pari, ossia il padrone deve conquistarsi la loro fiducia e la loro stima, quindi comandi decisi ma anche molta dolcezza, ubbidiscono solo per far piacere al padrone, ed è in questo la loro unicità, sono veri e propri compagni di vita. Per quanto riguarda la toeletta, tutto si può fare, i miei due sono baravissimi e questa estate li ho tosati io, ora ci sono degli ottimi filmati su youtube che insegnano tutto. Lo stripping è un’altra cosa. Quando il cane è cucciolo forse è meglio farsi qualche lezione con un educatore per imparare come approcciarsi, ma poi tutto fila liscio. Se sei in FB di consiglio di iscriverti al gruppo degli appassionati della razza, ti assicuro che è molto utile e potrai informarti sugli allevamenti https://www.facebook.com/groups/riesenschnauzerclub/?fref=ts
      Ciao

  16. Grazie mille Appasionata per i tuoi consigli…utilissimi!!!
    Ora mi sono appena iscritta al gruppo di FB. 🙂
    Ciao ciao!

  17. Ciao a tutti, vorrei acquistare un riesen nero ma tra tanti allevatori sicuramente validi non so a chi rivolgermi, non posso visitarli tutti per motivi logistici (purtroppo nell amia regione non ne allevano) per cui sapete indicarmi il migliore allevamento italiano? Sogno di avere un bell’esemplare ….. confido nei consigli. Grazie!!!!

  18. Salve a tutti

    Mi chiamo Marco e voglio prendermi uno Schnauzer nero medio.

    Ho letto molto su questa razza sopratutto ho consultato moltissimi siti internet anche diversi tra loro.

    So che il cane è un impegno duraturo e costante nel tempo e quindi voglio fare la scelta giusta valutando i pro e i contro di questa razza per evitare di fare una scelta che non corrisponde alle mie esigenze.
    Per questo vorrei un consiglio da voi.

    Io lavoro 7 ore al giorno, e so già che qui molti di voi storceranno il naso; e posso portarlo fuori la mattina per 20 minuti e la sera lo porto al parco per un ora.

    Questo secondo voi basta per le esigenze di movimento di uno Schnauzer medio?

    E’ una razza che adattarsi a stare da sola?oppure è come un molossoide o un boxer o un dobermann che deve stare vicino-vicino al padrone?
    Vi ringrazio se vorreste rispondermi so che c’è gente molto competente e i vostri consigli saranno preziosi.

  19. Non prendere un cane sopratutto lo snauzer se hai così poco tempo dedicati ad altri tipi più pantofolai
    Loro sono come noi da soli in casa si sclera
    Maddalena

  20. Buonasera ,
    Io ho vissuto con uno snauzer “gigante von lothar della bassa Pavese” gigante di cuore
    Per ben 14 anni amore puro ora sono passati altri 14 anni e di lui ho ancora qualche gioco in giro , il ricordo è’ presente sempre , quindi a distanza 28 anni di così tanto tempo ho deciso che ne farò entrare un altro nella mia vita . Vorrei trovare la stessa linea di sangue ma l’allevamento salomon non tengono più gli snauzer già da tempo . Casi della vita all’ora ero mamma da poco ora sono nonna da poco , non posso aspettare più se no mi manca il tempo . Ho letto molto del allevamento “ca del bosco ” o Val di Venere
    Che consiglio mi può dare ? Grazie se mi vorrà rispondere
    Distintamente maddalena

    V

  21. Ciao , io possiedo un medio nero di due anni, e sinceramente più che un temibile guardiano direi che è un bel patatone ! Sicuramente un gran cane equilibrato , paura di niente, ma se fosse un tantino più diffidente lo preferirei.( se no mi prendevo un Labrador )
    Oltre ovviamente al carattere individuale potrebbe essere dipeso dal fatto che proviene da una linea di sangue russa ( un po’ di terrier russo?) e selezionato solo x esposizioni?
    Le linee tedesche potrebbero garantire di più un carattere da vero schnauzer?

    • Ciao Nina, meglio se il tuo medio è tranquillo, lo è anche la mia gigante, molto coccolona ma subito reattiva se fiuta il pericolo o qualche persona di cui diffida, il mio nano invece è ultra reattivo, impegnatissimo a difenderci e senza paura di niente, ma a volte è un po’ faticoso. In casa invece è un vero tesoro Se li tiriamo su a coccole…..

  22. Ciao, sono Marco di Forlì.
    Potreste consigliarmi un buon allevamento di Schnauzer giganti e medi in zona?

    Io da profano ho trovato questi, ma non so come siano:
    -Della Cirenaica (Reggio Emilia)
    -Del Nuovo Gervasio (Ancona)
    -Vlinker (Cesena)

    Chiedo una vostra opinione e magari qualche nome valido.

    Marco

  23. Buonasera a tutti vivo in Lombardia ho deciso di fare entrare nella vita della mia famiglia uno Schnauzer gigante potete indicarmi degli seri dove non cedono i cani solo per lucro

    Grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...