Archivi

Buon governo:ritorna la speranza

Il risultato elettorale mi ha ridato la speranza per il futuro: si profila una maggioranza solida con la consapevolezza che di chi governerà che il nostro Paese è alla frutta e quindi questi presupposti porteranno secondo me ad un risultato positivo. Il dialogo tra maggioranza e opposizione è certamente possibile, non esistono più partitini che si mettono di traverso e se questo dialogo ci sarà si potranno fare le riforme, insomma si potranno creare le basi per l’italia di domani. So che molti fans della sinistra sono amareggiati e li capisco, ma questa volta dobbiamo remare tutti insieme per il nostro bene comune. Questa volta à “vietato” fare polemiche sterili, assumere atteggiamenti ideologici e boicottare il governo per l’interesse della propria parte politica. Le elezioni saranno tra cinque anni, fino ad allora ci aspettiamo che governo e opposizione lovorino  ESCLUSIVAMENTE per l’ITALIA e per gli ITALIANI. Su questo penso si possa essere tutti d’accordo.

Annunci

Lasciatemi gioire e sperare

Ieri sera Prodi si è dimesso, il suo governo è caduto dopo 20 mesi di legislatura, 20 mesi che hanno messo l’Italia in ginocchio. In casa nostra, come in moltissime altre case di questo Paese alla lettura in diretta dei risultati della votazione al Senato è partito il tappo della bottiglia di spumante e sono iniziati ad arrivare i messaggini di gaudio di amici e conoscenti. Non abbiatevene a male voi che siete di sinistra e che quindi non siete certo del nostro stesso umore. Ho tanti amici anche tra di voi, ci rispettiamo a vicenda e ci limitiamo a non parlare mai di politica per andare perfettamente d’accordo, le persone valgono per quello che sono e non per quello che votano. Ora spero per la nostra Italia un futuro migliore, non mi avventuro in previsioni di nessun tipo, mi auguro solo che i nostri politici, di qualsiasi schieramento siano, sappiano guardare oltre gli interessi di partito, sappiano scegliere veramente, almeno una volta, per il bene degli Italiani. Forse la mia è un’utopia, non a caso la mia esperienza politica durata 9 anni si è conclusa con le mie dimissioni dalle cariche istituzionali che ricoprivo…troppi compromessi per una persona che voleva continuare a guardarsi allo specchio. Nonostante questo voglio poter  credere che le cose possano cambiare. Mi viene un dubbio: che ci voglia un governo di sole donne?

Un amico che scrive da lontano

Ho ricevuto una e-mail da un amico che avevo conosciuto nel forum del mitico Compuserve circa dieci anni or sono, si tratta di un fotografo professionista che ha lavorato e lavora in molte parti del mondo… navigando si è imbattuto in un mio sito, si è ricordato di me e mi ha contattato. Ora Roberto lavora in Cina e vive a Shanghai, ogni tanto ritorna in Italia e abita nella casa dei suoi in Umbria, mi ha fatto piacere averlo risentito e anche averlo scoperto non più acerrimo nemico. Il confronto sulle idee è sempre una cosa positiva se avviene nel rispetto delle persone e anche dei convincimenti degli altri. Le nostre “risse” anche piuttosto accese, rispettavano comunque questi canoni. Nella sua e-mail mi ha consigliato di andarmene dall’Italia, secondo lui questo Paese non garantisce più nulla e nessuno, soprattutto i nostri figli. So che ha ragione e gli ho risposto che ci ho pensato tante volte e ho sempre rimandato nella speranza che le cose potessero cambiare. Certo c’è la possibilità che domani possa non essere un altro giorno e se questo dovesse accadere per tutti noi arriverebbero momenti veramente difficili.