Un sabato, improvvisamente..

Un sabato come tanti, un giorno  iniziato con la solita cadenza: la colazione, il supermercato, il caffè di mezza mattina e poi la spesa da mettere a posto.. i surgelati nel frigor e gli spaghetti nella credenza, la casa da riordinare e la passeggiata con la cagnolona sotto un tiepido solo di primavera. Tutto a posto, fino a quando in lontananza, per quegli strani giochi del destino una figura d’uomo, capelli bianchi, basco, giacca a vento e gran sorriso, viene verso di me. Scoppio a piangere all’improvviso, mi nascondo il viso nel fazzoletto di carta, il cuore mi scoppia nel petto, mi siedo su  una panchina e mi stringo al cane. L’uomo è davanti a me, è un bel signore anziano..fa una carezza alla cagnolona e si allontana… mi asciugo le lacrime e mi sento lo stomaco in una morsa… La gioia di rivedere mio padre lascia il posto alla delusione per essermi sbagliata.

….Certo che mi sono sbagliata, come poteva essere diversamente, il mio papà non c’è più da più di tre anni e io questa mattina forse avevo proprio tanta voglia di riaverlo accanto e pensavo a lui. Sarà stato così!

 

5 thoughts on “Un sabato, improvvisamente..

  1. Perché non crederci?
    A volte i segnali bisogna saperli interpretare.
    Certo, non era il tuo papà.
    Ma la tua emozione avrà avuto un significato.
    Quanta gente incontriamo che somiglia a un nostro familiare, ma ne prendiamo atto e proseguiamo.
    Uno stato d’animo così, non sarà venuto per caso.
    Lui ti é vicino sempre e magari oggi lo ha voluto essere un pò di più.
    Ti abbraccio
    Patrizia.

  2. cara amica, quanta angoscia e quanta gioia in un momento come quello che hai vissuto!
    a me è successo qualche anno fa…ero in chiesa e il coro aveva intonato una canzone, all’improvviso io ho sentito nitidissima la voce del mio papà che in quel coro aveva cantato per tanti anni quella canzone!
    mi ricordo di essermi girata verso il coro e di aver cercato insitentemente la testa con i capelli bianchi di mio papà…tutto mi sembrava incredibilmente vero!
    per un attimo mi ero dimenticata che lui non c’era più!
    certo dopo ho avvertito un grande vuoto nel cuore però mi ero consolata pensando che quell’episodio non era capitato per caso.
    sono sicura che così è successo a te…non è capitato per caso!

  3. Certo che non è capitato per caso! E’ il suo modo per dirti: ” io sono qua”
    A me capita spesso di essere in macchina e mentre guido di parlare con mia madre convinta che sia li vicino a me…mi è capitato di vedere impressa la sua sagoma sul fondo del sedile: sono certa che in quei momenti è li con e e ricordati, cara amica, che queste cose non succedono a caso…
    Un abbraccio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...