Maledetto Alzheimer!

In questi giorni sto svuotando la casa dei miei genitori, entrambi se ne sono andati nel giro di tre anni e la loro casa è da sempre  la nostra casa, la casa dove io e mia sorella abbiamo trascorso i nostri anni tra l’infanzia e la giovinezza, la casa che condividevamo anche con la nonna paterna e quindi questa operazione mi addolora moltissimo. Ieri, mentre ero indaffarata a separare le cose che potevo tenere da quelle destinate inesorabilmente al macero, ho rinvenuto  una decina di raccoglitori pieni zeppi di fogli scritti a mano dal mio papà, erano il suo studio di ristrutturazione logistica delle aziende. Da quello studio ha preso corpo negli anni ’60  la logistica in Italia e molti, moltissimi  articoli pubblicati da lui su giornali e riviste di settore erano li a dimostrare le grandi capacità menageriali di un uomo, la sua fervida intelligenza e il suo valore.

Accanto a questi raccoglitori che ho subito deciso di conservare, ho ritrovato un libro che mi ha stretto il cuore,  potrei descriverlo come un quadernone destinato ai bimbi della scuola materna.. c’erano cani e gatti abbozzati che avrebbero dovuto essere completati insieme ad alberi e casette.  Erano gli esercizi che facevamo fare a mio padre ammalato di Alzheimer per cercare di aiutarlo, ricordo che teneva la matita in mano in modo incerto e non sempre riusciva a completare un disegno.

Come ha potuto una persona così in gamba da scrivere addirittura trattati di logistica ridursi a non riuscire a tenere in mano una matita?  In questo passaggio c’è stato tutto il calvario di mio padre e della mia famiglia, tutto il dolore che ha devastato le vite di molte persone.

Tengo a dire che mio padre, pur con mille difficoltà si chinava su quei fogli  un poco buffi e con la matita in mano cercava di fare del suo meglio per riuscire nel suo “lavoro”.  E’ questo che ha fatto per tutta la vita, ha tirato dritto, lottando a testa bassa anche contro il maledetto  Alzheimer, solo che quella è stata la sua  ultima battaglia.

4 thoughts on “Maledetto Alzheimer!

  1. e io credo che il coraggio e la tenacia siano valori che il tuo papà teneva molto a trasmetterti.
    tieni stretti a te i suoi appunti e i suoi disegni e, oggni volta che ne sentirai il bisogno, guardali…
    il tuo papà sarà lì con te.

  2. Liberare un appartamento che sta per essere lasciato degli oggetti appartenuti a persone che abbiamo amato e che non ci sono più è qualcosa di devastante.
    Ci capitano fra le mani oggetti di nessun valore, che, assolutamente anonimi per gli altri, a noi, invece, parlano di momenti felici, di momenti tristi, di avvenimenti di cui magari ci eravamo dimenticati. E, magari c’è qualche parente più frettoloso e più “pratico” che valuta solo il valore economico degli oggetti e lì seleziona secondo questo criterio.
    E noi ci ritroviamo con quel piatto incrinato in mano, il ricordo di quel Natale in cui il piatto si era rotto e i lacrimoni agli occhi.
    Comunque tutto quello che gli oggetti ci ricordano è racchiuso nel nostro cuore e nella nostra mente, gli oggetti hanno solo il potere di rievocare. E lì, dove custodiamo con cura i nostri ricordi, non dobbiamo permettere a nessuno di “fare pulizia”.
    Ti abbraccio Enrica

    • Certo Enrica, nel nostro cuore nessuno può toccare nulla. Come dici tu io ho privilegiato oggetti legati a questo o quall’avvenimento, oggetti amati dalle persone che se ne sono andate e che non mi sentivo di eliminare. Ho ritrovato le bocce di mio padre, il suo bastone per le passeggiate in montagnetta (meticolosamente aggiustato con il filo di ferro.. “perchè non si butta via niente”) i bigodini di mia madre (quante volte glieli avevo messi…), ma sono contenta di aver portato in casa mia parte dei loro mobili .. Saranno stupidaggini, ma ho sempre pensato che le “cose” condividano con noi tanti momenti.
      Ti abbraccio anch’io!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...