La mia mamma


La mia mamma se ne è andata questa mattina. Sono riuscita a salire da lei e a chiuderle gli occhi, l’ho abbracciata forte e le ho detto  che le volevo bene.. poi l’ambulanza e le solite procedure che fanno di un transito verso un’altra vita una grande complicazione burocratica.

Io e lei, da qualche anno non avevamo un buon rapporto, ultimamente ero riuscita a superare il ricordo di tante cose che mi impedivano di riavvicinarmi e lo aveva fatto anche lei. Qualche giorno fa mi aveva chiamato per regalarmi la medaglia d’oro che era di mio padre, il premio di tanti anni di lavoro. Ero rimasta stupita, non sapevo nemmeno che quella medaglia esistesse, lei mi aveva detto: “lo faccio perchè non durerò in eterno”… e io avevo avuto un brutto presentimento.

Mercoledì scorso era caduta in casa, aveva passato una notte in ospedale per accertamenti e giovedì mattina mi aveva stranamente telefonato, una telefonata tenera piena di affetto fatta dalla sua stanza di ospedale nell’attesa di essere dimessa. Avevo avuto un brivido, non era il suo solito atteggiamento e ne avevo anche parlato con mia figlia e mio marito.

Ieri sono salita per salutarla, era spaventata, un po’ confusa e piena di lividi, l’ho rassicurata e l’ho lasciata serena… fino a questa mattina.

Dicono che la morte colga all’improvviso, non è così.

Ciao mamma, ti voglio bene!

4 thoughts on “La mia mamma

  1. Mia cara, sono venuta qui, al pc, dopo aver compiuto un lavoro doloroso che dirò tra poco e trovare questa tua mi sembra una coincidenza troppo forte.
    Io ho perso la mia mamma il 4 aprile di quest’anno e ho fatto in tempo a riempirla di baci poco prima che se ne andasse. Chissà se li ha sentiti e ha sentito le mie parole….che dolore grande…
    Da allora solo oggi, insieme alla sua dolcissima e affezionatissima badante che è rimasta a vivere con me come una sorellina, sono riuscita a fare un primo punto delle sue cose ed è stato straziante. “Pezzi ‘e core” che mi hanno fatta scoppiare dentro tutto il dolore rintuzzato a fatica nel corso dei giorni per riuscire ad affrontare la vita quotidiana.
    Ti sono tanto vicina, tanto. Chissà, forse le nostre mamme stanno vedendo che le loro figlie si sono incontrate comunicando qua, unite da un grande amore per loro.
    Vero o non vero, mi conforta pensare che sia così, ora.
    Un abbraccio

  2. Se mi ami non piangere!
    Se tu conoscessi il mistero immenso del cielo dove ora vivo,
    se tu potessi vedere e sentire quello che io vedo e sento
    in questi orizzonti senza fine,
    e in questa luce che tutto investe e penetra,
    tu non piangeresti se mi ami.
    Qui si è ormai assorbiti dall’incanto di Dio,
    dalle sue espressioni di infinità bontà e dai riflessi della sua sconfinata bellezza.
    Le cose di un tempo sono così piccole e fuggevoli
    al confronto.Mi è rimasto l’affetto per te:
    una tenerezza che non ho mai conosciuto.
    Sono felice di averti incontrato nel tempo,
    anche se tutto era allora così fugace e limitato.
    Ora l’amore che mi stringe profondamente a te,
    è gioia pura e senza tramonto.
    Mentre io vivo nella serena ed esaltante attesa del tuo arrivo tra noi,
    tu pensami così!
    Nelle tue battaglie,
    nei tuoi momenti di sconforto e di solitudine,
    pensa a questa meravigliosa casa,
    dove non esiste la morte, dove ci disseteremo insieme,
    nel trasporto più intenso alla fonte inesauribile dell’amore e della felicità.
    Non piangere più, se veramente mi ami!

    ecco cara amica, dedico a te e alla tua mamma questo scritto di S.Agostino.
    credo che nulla avvenga per caso e il tuo papà ancora una volta ti ha mostrato il suo amore : ha chiamato vicino a lui la tua mamma proprio nel momento in cui vi eravate riavvicinate…per lasciare dentro di te questo dolce ricordo dopo lunghi anni di incomprensioni.
    ti voglio davvero bene!
    un abbraccio grande

    • Lo credo anch’io, sono troppe le coincidenze che me lo confermano e in ogni modo mi da coraggio pensare che sia così, che il mio papà guidi sempre i miei passi e non solo i miei..
      Grazie, sei una grande amici e io ricambio il tuo affetto con tutto il cuore.
      Lo scritto di S. Agostino è meraviglioso.
      Un bacione

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...