Lasciare il molo…

Sarà come lasciare il molo
Oltre quel lungo pontile
Deserto
Sotto nuvole piatte
Prima della grande tempesta
Abbandonare smarriti i colori del sole
Il sogno intimo della vita
Perdere in un attimo profondo
Impenetrabile
Il trepidante incanto della luce
Udire
Voci indistinte sempre più lontane
Refrain di canzoni dimenticate
Parole che ritornano nella mente
Dubbi incerti
Emozioni gelide
Fra le onde
Di amori distanti sfumati dai crudeli contorni del tempo
Passioni opache del ricordo
Ambizioni
Scolpite come statue grigie della memoria
Intrecci di danze e giochi
Altere icone di sentimenti
Infuocati
Ancora giovani e ribelli
Lacrime indulgenti
Nostalgie di tenui carezze
Spazzate via dal vento
Inesorabile della baia
Ansie di inquieti silenzi
Nella pace solenne dell’orizzonte
La spada di uno sguardo
Mai dimenticato
Pochi gridi insistenti degli ultimi gabbiani
Orfani della riva
Sono certo che allora
Prima del crepuscolo
Per me
Sarà come lasciare il molo

Giorgio Buongiorno

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...