Un bastone decorato

Il giorno prima di lasciare Lanzo, durante la quotidiana passeggiata nel bosco, mio marito, con l’aiuto del seghetto e dei denti di Flora, mi ha procurato un ramo di nocciolo sufficientemente robusto per diventare un bastone. Quel pomeriggio stesso mi sono comperata dei colori indelebili e mentre lui schiacciava il suo pisolino, mi sono seduta sul terrazzo e ho iniziato ad intagliare la corteccia. Era un “lavoro” che il mio papà mi aveva insegnato a fare durante le nostre vacanze: ricordo che lo guardavo ammirata da quando mi tagliava il bastone a quando mi faceva vedere come fare ad usare il coltello senza farmi male… il colore poi mi appassionava moltissimo e allora usavo solo le matite colorate.
Mentre lavoravo al mio nuovo bastone pensavo alle cose che ritornano, alla gioia di aver ritrovato in questo luogo tanti ricordi mai sopiti e alle sorprese che la vita ti riserva… chi l’avrebbe mai detto che alla mia età avrei potuto rivivere concretamente episodi della mia infanzia in modo così tangibile dal sentirmi il cuore leggero di una bimba? Immersa nei miei pensieri mi sono trovata tra le mani il bastone intagliato e decorato e mio marito accanto a me che, guardandomi con tenerezza, diceva …..”ora manca il puntale”.
Il bastone ora fa bella mostra di se nel nostro portaombrelli, ne farò altri, il primo per il mio nipotino e poi per tutta la famiglia, non esiste regalo più bello.

2 thoughts on “Un bastone decorato

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...